null Alter Eco
Le cooperative

Alter Eco

Il territorio

MS
Equi Terme
Equi Terme (Fivizzano, Massa-Carrara)

Equi Terme è un borgo di montagna, arroccato alle pendici del Pizzo d'Uccello nel Parco Regionale delle Alpi Apuane sviluppatosi nel ‘900 attorno all’economia del marmo ed ad un impianto termale.

Scopri il territorio

Il progetto

AlterEco è una Cooperativa nata nel 1997 a Casola in Lunigiana, su stimolo di Legambiente, con lo scopo di creare occasioni economiche e di lavoro legate alla valorizzazione sostenibile delle patrimonio naturalistico, storico, etnologico e culturale del versante in Lunigiana del Parco Regionale delle Alpi Apuane (Comuni di Casola in Lunigiana e Fivizzano). Imprese, operatori turistici professionali e non, proprietari di immobili, associazioni e cittadini stanno costruendo insieme all’attuale cooperativa e ad altri importanti attori locali un Osservatorio Civicoper sviluppare un approccio partecipativo e progettuale della comunità.

Il progetto intende ritessere la comunità di Equi Terme che aveva fondato la sola sussistenza economica sulle cave di marmo e che ora rivolge l'idea di sviluppo nella creazione di una Rete ospitale di comunità che valorizzi ulteriormente le risorse naturali in parte già gestite.
Il progetto va ad integrare, sviluppare e costruire un programma strutturato di attività in contesto esistente che necessità di nuove azioni adeguate per essere messo a sistema.
Le azioni previste dal progetto pertanto consistono in parte in nuove attività ed attrezzature (parco e borgo wireless, tour operator di comunità, Alta Scuola di Turismo sostenibile e di comunità) ed in parte integrano attività ed attrezzature esistenti, migliorandole (Turismo outdoor, avventura, eventi; Museo digitale/Osservatorio civico).
La rete ospitale rivolta al turismo sostenibile del borgo apuano, Equi Terme,sarà implementata attraverso un sistema di azioni da realizzare in parallelo e/o per fasi partendo dall’acquisizione di attrezzature per il turismo avventura e per il turismo Outdoor in ebike, insieme all’allestimento di aree attrezzate per eventi. Il progetto prevede poi di trasformare il museo esistente, con allestimento obsoleto, in uno dei luoghi-chiave per l’animazione della comunità, con un approccio multifunzionale, in un Museo digitale/osservatorio civico di comunità.
L’intervento prevede, inoltre, di portare l’infrastruttura di banda larga nel Parco delle Grotte e nelle zone non
servite del borgo, con infrastruttura di rete wireless e , insieme, di creare un Tour operator di Comunità orientato all’incoming ed al servizio coordinato La progettazione e commercializzazione di offerte turistiche saranno coordinate e raccolte sotto il brand “Equi, Comunità ospitale”.

Condividi

La cooperativa

I contenuti testuali e multimediali di questa sezione del sito sono sotto la cura e la totale responsabilità del soggetto gestore della pagina della cooperativa. 

Per le policy d'uso della piattaforma, consultare la pagina: open.toscana.it/privacy